Resezione endoscopica della prostata o turpin

resezione endoscopica della prostata o turpin

The definition of turps in the dictionary is alcoholic drink, Prostatite beer. Cookie educalingo vengono utilizzati per personalizzare gli annunci e ottenere resezione endoscopica della prostata o turpin di traffico web. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Significato di "turps" sul dizionario di inglese. La definizione di turps nel dizionario è alcolismo, birra esotica. Sinonimi e antonimi di turps sul dizionario inglese di sinonimi. Citazioni, bibliografia in inglese e attualità su turps. Michael Martin, Contrary to popular opinion, turpentine turps is never actually used by manufacturers in resezione endoscopica della prostata o turpin paint. One reason is that turpentine is more expensive than the other available solvents. However, there are also Cura la prostatite technical reasons why The only solvent in very general use for good work is "oil of turpentine" C10H16commonly called " turps ". Substitutes prepared from mineral oils — chiefly petroleum — have been employed, but are not so successful. Turps evaporates Wr Jaggard,

Substitutes prepared from mineral resezione endoscopica della prostata o turpin — chiefly petroleum — have been employed, but are not so successful. Turps evaporates Wr Jaggard, The vapour tensions in Table 2 may be Panda, Worlds in which God permits anything less than, or anything more than, turps of evil will not allow for the achievement of his purposes.

Therefore, only worlds in which God permits turps of evil are ones in which his purposes can be Nick Trakakis, When girls say turps For turpentine It rubs me the wrong way.

Vaccino tubercolare BCG liofilizzato. Vaccino varicelloso vivo attenuato. Warfarin sodico. Zolfo esafluoruro. FL EV. In particolare viene ridefinito il ruolo del Prontuario Terapeutico Regionale PTRdei Prontuari Terapeutici Provinciali ed i compiti affidati alle Commissioni preposte al loro aggiornamento.

Il documento assunto con delibera dalle Aziende Sanitarie stesse definisce ruolo, mandato, struttura, regole di funzionamento resezione endoscopica della prostata o turpin relazioni della Commissione Provinciale del Farmaco delle Aziende Sanitarie di Bologna alla luce del nuovo quadro normativo regionale DG n. Le funzioni della Commissione possono essere suddivise nei seguenti capitoli di attività.

La scelta dei farmaci nella costruzione ed aggiornamento del Prontuario deve essere effettuata nel rispetto dei seguenti criteri e principi fondamentali: a. Se la Commissione riterrà resezione endoscopica della prostata o turpin la richiesta resezione endoscopica della prostata o turpin supportata da prove di efficacia che ne individuano un ruolo in terapia rispetto al trattamento di riferimento potrà decidere di inviare una richiesta motivata di inserimento nel Prontuario Terapeutico Regionale alla CRF.

La CPF valuterà la richiesta secondo i criteri di seguito specificati: a. La nomina a Impotenza non prevede possibilità di sostituzione con delega ad altri colleghi in caso di impossibilità a partecipare alle riunioni della Commissione.

Le assenze devono essere giustificate in forma scritta fax, mail, postacomunicate alla Segreteria almeno tre giorni prima della resezione endoscopica della prostata o turpin. Tale dichiarazione dovrà essere presentata anche in caso di condizioni impotenza si realizzino successivamente alla nomina.

Il Presidente ha facoltà di convocare incontri straordinari qualora ne ravvisi la necessità. Affinchè le riunioni siano ritenute valide, devono essere presenti la metà più uno dei Componenti includendo nel computo del numero legale gli assenti giustificati. In caso di parità, il voto del Presidente vale il doppio.

Durante gli incontri di Segreteria si procede ad una pianificazione e valutazione delle priorità degli argomenti da trattare, ad una loro programmazione e ad una suddivisone del lavoro.

I gruppi possono resezione endoscopica della prostata o turpin professionisti esterni alla Commissione, sono da considerare a termine e per ciascun gruppo va definito un Coordinatore tra i componenti della Commissione.

In particolare, la CPF si confronta con la CRF resezione endoscopica della prostata o turpin modo tale da concordare i piani di attività che devono essere rispettivamente adottati a cadenza annuale. I rapporti con le istituzioni, associazioni in rappresentanza di cittadini, industria farmaceutica si realizzano attraverso comunicazioni scritte indirizzate alla Segreteria Scientifica. I Componenti della Commissione sono tenuti a mantenere il riserbo sulle decisioni assunte e sullo stato di avanzamento dei lavori della Commissione fino alla loro diffusione ufficiale.

R C Valutazione compatibilità spesa con risorse assegnate al Cdp richiedente. R Erogazione del farmaco. Il medico che intende richiedere l'erogazione di un farmaco per un uso fuori dalle indicazioni registrate dal Ministero della Salute, valutata l'assenza di valida alternativa terapeutica, in caso si tratti di patologia rara inclusa nell' Allegato 1 del D.

Se non si tratta di patologia rara, e sono in corso sperimentazioni cliniche presso Aziende sanitarie della provincia di Bologna valuta la possibilità di indirizzare il paziente presso il centro dove è in corso lo studio clinico. Se non si tratta di patologia rara, e non è possibile accedere ad una sperimentazione clinica valuta l'incidenza della patologia sulla popolazione AUSL e se vi sono studi di fase III in corso o già conclusi, oppure in caso di pericolo di vita per il paziente anche solo di fase II già conclusi, predispone la documentazione descritta nel diagramma di flusso di seguito riportato decreto 8 maggio e provvede all'inoltro al CE aziendale per la valutazione del protocollo, l'eventuale autorizzazione all'uso e la notifica al Ministero della Salute.

Il farmaco è fornito gratuitamente dalla ditta produttrice ed erogato tramite la Farmacia ospedaliera di riferimento.

In caso di parere positivo la Resezione endoscopica della prostata o turpin lo notifica alla DS per la valutazione della compatibilità della relativa spesa con le risorse economiche assegnate al Cdp richiedente.

Italian.xlsx

Completate tutte le valutazioni la Prostatite inoltra la risposta al medico richiedente. Il farmaco è erogato tramite la Farmacia ospedaliera di riferimento e la spesa ricade sul Cdp richiedente. Prontuario terapeutico della Provincia di Bologna — aggiornato a giugno Proc edura sull a presc ri zi one di farmaci per indicazioni non autorizzate dal Mi nistero della Salute 8.

SI Singolo caso? Relazione scientifica sulla patologia che attesti anche gravità e assenza di alternativa terapeutica; 1. Stato autorizzativo del medicinale in Italia e all'estero; Assunzione di responsabilità e consenso informato; Dati indicativi sul costo del trattamento; assunzione di responsabilità del medico richiedente. Documentazione che attesti che tale impiego è noto e conforme a pubblicazioni scientifiche accreditate.

Documentazione quale: pubblicazioni scientifiche, risultati di studi clinici di fase I e II, informazioni su sperimentazioni cliniche in corso. Indirizzare la richiesta: Al CE, anche con procedura d'urgenza. Alla CTP, anche con procedura d'urgenza. Fornitura del medicinale e attribuzione della spesa: Piano terapeutico proposto; Il medicinale è fornito gratuitamente dalla ditta produttrice tramite la Farmacia ospedaliera di riferimento Il medicinale è fornito dalla Farmacia ospedaliera resezione endoscopica della prostata o turpin riferimento e la spesa ricade sul Cdp richiedente L' AIFA rilascia l'autorizzazione tramite uno specifico provvedimento d'inserimento nell'elenco dei medicinali erogabili ai sensi della L.

Il Medico deve attenersi ai criteri di impiego indicati nei singoli provvedimenti e a quelli generali indicati nella Prostatite consenso informato, PT, ecc. Il medicinale è a carico del SSN fornito dalla Farmacia ospedaliera di riferimento e la spesa ricade resezione endoscopica della prostata o turpin Cdp richiedente Commissione provinciale del Farmaco Bologna Procedura sulla prescrizione di farmaci per indicazioni non autorizzate dal Ministero della Salute 9.

Nota 2. Nota 3. Nota 4. Nota 5. Nota 8. Nota 9 - 9 bis. Nota Nota 30 e 30 BIS. Nota 32 e 32 BIS. L'introduzione di questo strumento regolatorio risale al e coincide con un'importante ridefinizione dei medicinali ritenuti essenziali, e quindi rimborsabili, per il Servizio Sanitario nazionale.

L'obbiettivo originario era quello di definire, quando opportuno, alcuni ambiti di rimborsabilità nella medicina generale, senza per questo interferire con la libertà prescrittiva del singolo medico.

La necessità di uno strumento regolatorio di questo tipo risiede soprattutto nel cercare di rispondere ad una doppia esigenza: da una parte garantire l'accesso a tutti i farmaci prostatite essenziali ed efficienti per le malattie croniche ed epidemiologicamente rilevanti e dall'altra governare le nuove indicazioni dei medicinali registrati per il mercato nazionale ed europeo ma che non sempre garantiscono un vantaggio terapeutico rispetto resezione endoscopica della prostata o turpin scelte di cura esistenti.

Nel corso del tempo le note hanno resezione endoscopica della prostata o turpin una evoluzione nei contenuti, nella forma e nelle finalità pur mantenendo sempre il principale obiettivo di riassumere e documentare un percorso di valutazione critica della Commissione Tecnico Scientifica CTS dell'AIFA.

Ogni aggiornamento delle note si arricchisce di tutti i commenti raccolti nel corso delle passate edizioni e tiene conto dei nuovi dati presenti nell'ambito della letteratura scientifica.

Il processo continuo di revisione delle note AIFA resezione endoscopica della prostata o turpin portato avanti in un'ottica di condivisione scientifica e culturale del sistema note e con la finalità prima di recepire tutti i suggerimenti necessari ad evitare un ostacolo all'accesso alle terapie efficaci ed resezione endoscopica della prostata o turpin. In questo contesto le nuove note per l'appropriatezza hanno raccolto molte delle indicazioni resezione endoscopica della prostata o turpin dalla medicina generale; in ogni caso le note AIFA devono essere tenute in considerazione e osservate anche dai medici ospedalieri e specialisti.

Il metodo ed il percorso Resezione endoscopica della prostata o turpin base dell'esperienza sviluppata nel corso delle precedenti tre edizioni delle note, il metodo è stato ulteriormente arricchito inserendo alcuni passaggi che hanno l'obiettivo di rendere, per quanto possibile, ancora più trasparente il percorso utilizzato.

La sottocommissione della CTS delegata all'aggiornamento delle note per l'appropriatezza è stata affiancata da un gruppo di lavoro che ha permesso di analizzare tutti gli aspetti critici posti dall'applicazione delle note.

L'analisi delle criticità ha consentito di raccogliere in modo sistematico tutte le proposte di soluzioni e modifiche possibili e di fornire alla CTS un documento con la ricognizione di tutti i commenti legati ad ogni singola nota.

Tale gruppo di lavoro è stato costituito da rappresentati della medicina generale e della medicina ospedaliera oltre che da professionisti resezione endoscopica della prostata o turpin settori farmaceutici delle Regioni. I lavori di tale gruppo sono stati sintetizzati in un documento pubblicato sul Bollettino di Informazione sui Farmaci distribuito a tutti i medici e farmacisti italiani. Prontuario terapeutico della Provincia di Bologna — aggiornato a giugno No t e A I F A 2 0 0 6 - resezione endoscopica della prostata o turpin 0 0 7 p e r l ' u s o a p p ro p r i a t o d e i f a rm a c i Sulla base di questo primo passaggio è stata elaborata una proposta di revisione delle note nella sua parte "normativa" executive summaryche è stata presentata ufficialmente ai rappresentati delle diverse categorie coinvolte medici, farmacisti, produttori, distributori, servizi farmaceutici territoriali e regionali.

I rilievi ed i commenti raccolti da quest'ultimo passaggio sono serviti per la stesura definitiva della parte normativa delle note.

A questo punto gli uffici hanno raccolto in un formato unico le motivazioni ed i criteri applicativi di ogni nota. Quest'ultimo elaborato ha tenuto conto anche dei diversi aggiornamenti bibliografici necessari per l'aggiornamento finale del documento. Nel testo viene riportata, in ordine alfabetico, la bibliografia di riferimento utilizzata dalla CTS nell'ambito della stesura delle note. Il documento integrale, ratificato in via definitiva dalla CTS, è stato discusso ed approvato sulla base anche di una valutazione generale di impatto del nuovo provvedimento nell'ambito del generale utilizzo dei medicinali.

Uno dei maggiori contrasti provocati fino ad oggi dalle note risiedeva nel fatto che queste venivano intese soprattutto come dei vincoli prescrittivi per la medicina generale e non per quella specialistica ed ospedaliera.

Molte aree terapeutiche sono invece fortemente condizionate dall'induzione prescrittiva di tipo specialistico, ossia da una scelta del farmaco che nasce da una prescrizione specialistica e viene poi proseguita dal medico di medicina generale. Le nuove note per l'appropriatezza hanno eliminato per alcuni farmaci l'obbligo di un passaggio specialistico diagnosi e piano terapeuticoassicurando una gestione più complessiva del paziente. Rimangono comunque valide le avvertenze per un uso attento di farmaci che per i dosaggi più elevati possono esporre a particolari rischi.

Le note AIFA I criteri che resezione endoscopica della prostata o turpin guidato la stesura delle Note si riferiscono resezione endoscopica della prostata o turpin particolare ai seguenti casi: a.

Inoltre, le note AIFA non hanno valore retroattivo e quindi non incidono sui trattamenti iniziati precedentemente e fino al successivo controllo da parte del medico o della struttura specialistica. Ove viene specificato che la rimborsabilità dei medicinali inclusi nella nota è soggetta alla definizione di una diagnosi Prostatite di un piano terapeutico, si intende che quest'ultimo viene trasmesso in copia al medico di medicina generale e al settore farmaceutico della ASL di appartenenza del paziente.

Ogni nota è composta da una parte regolatoria executive summary che indica le limitazioni di prescrivibilità all'interno delle indicazioni registrate dei diversi farmaci coinvolti. E' stata introdotta una sezione per le particolari avvertenze che Prostatite cronica guidare l'applicazione della prescrizione appropriata di questi farmaci.

Per ogni nota vi è una selezione delle più importanti referenze che hanno guidato il processo decisionale in ambito CTS. Sulla base di studi clinici randomizzati e osservazionali anche l'uso di resezione endoscopica della prostata o turpin e l'età avanzata anni sono risultate essere condizioni predisponenti al rischio di complicanze gravi del tratto gastrointestinale superiore.

Pertanto tali condizioni devono essere considerate fattori suggestivi di popolazioni a maggior rischio ma non raccomandazioni tassative per trattare, ad esempio, tutti gli anziani o tutti coloro che assumono anticoagulanti. Gli inibitori di pompa, fatte salve le indicazioni della nota 48, ed il misoprostolo non sono rimborsati quando prescritti in associazione con i COXIB.

Data la rilevanza clinica della tossicità gastroduodenale indotta dai FANS, numerosi sono stati inoltre gli studi che hanno valutato l'efficacia di una "gastroprotezione" utilizzando accanto agli inibitori di pompa anche gli analoghi delle prostaglandine misoprostolo e gli anti secretivi H2 antagonisti. Evidenze disponibili Misoprostolo Resezione endoscopica della prostata o turpin ancor oggi l'unico farmaco per il quale esistono dati convincenti che ne dimostrano l'efficacia nel ridurre l'incidenza delle complicanze gravi emorragie, perforazioni e ostruzione pilorica della gastropatia da FANS.

Inibitori della pompa protonica Numerosi studi hanno dimostrato che nei soggetti trattati con FANS, dosi standard di inibitori della pompa protonica riducono significativamente l'incidenza di ulcere gastriche e duodenali diagnosticate all'endoscopia rispetto al placebo. Due di resezione endoscopica della prostata o turpin meritano particolare attenzione.

Nel primo l'omeprazolo è stato confrontato con ranitidina e, nel secondo, con misoprostolo in due trial con uguale disegno sperimentale. Ciascuno dei due trial esaminava due fasi: a la guarigione delle lesioni da FANS già presenti; e b la prevenzione della ricomparsa delle lesioni durante ritrattamento con i FANS.

In entrambe le fasi la terapia con omeprazolo si è dimostrata più efficace resezione endoscopica della prostata o turpin farmaco di confronto rispettivamente, ranitidina e misoprostolo sia nel guarire le ulcere sia nel prevenire le recidive.

Una recente metanalisi condotta su 16 studi dimostra, infatti, in modo Prostatite cronica come sia l'infezione da H. La superiore efficacia dell'inibitore di pompa rispetto a resezione endoscopica della prostata o turpin e a dosi usuali di H2 bloccanti nel prevenire le ulcere da FANS potrebbe cioè essere in parte solo apparente e dovuta a una diversa impotenza dei pazienti con resezione endoscopica della prostata o turpin nella popolazione studiata.

Prontuario terapeutico della Provincia di Bologna — aggiornato a giugno No t e A I F A 2 0 0 6 - 2 0 0 7 p e r l ' u s o a p p ro p r i a t o d e i f a rm a c i Particolari avvertenze L'importanza dell'infezione da H.

Non è chiaro se l'eradicazione vada comunque eseguita in tutti i pazienti infetti che fanno uso cronico di FANS tradizionali. Pertanto, una gastroprotezione farmacologica generalizzata non è giustificata. In mancanza di dati relativi a resezione endoscopica della prostata o turpin pazienti, se si resezione endoscopica della prostata o turpin ad essi l'aumento di emorragie o ulcere da FANS nei soggetti a rischio volte quello di basela gastroprotezione nei soggetti a rischio emorragico trattati "long-term" con ASA potrebbe essere giustificata specie in presenza dei fattori di rischio più rilevanti emorragia pregressa e pazienti in trattamento con anticoagulanti e cortisonici.

Nei pazienti con infezione da Helicobacter pylori risulta indicata l'eradicazione. Non è invece appropriato l'uso di preparazioni "gastroprotette" o tamponate di ASA, che hanno un rischio emorragico non differente da quello dell'ASA standard.

Gli H2-inibitori non sono stati inclusi tra i farmaci indicati per la prevenzione e il trattamento del danno gastrointestinale da FANS perché in dosi standard non riducono significativamente l'incidenza delle ulcere gastriche, che sono le più frequenti fra quelle da FANS anche se hanno efficacia pressochè uguale a quella del misoprostolo sulle ulcere duodenali.

Va segnalato come in uno studio in pazienti con storia di sanguinamento gastrico recente, il trattamento per sei mesi con omeprazolo più diclofenac si sia dimostrato egualmente efficace rispetto al celecoxib nel prevenire la ricorrenza del sanguinamento gastrico. Bibliografia 1. Chan FKL, et al.

Celecoxib versus diclofenac and omeprazole in reducing the risk of recurrent ulcer bleeding in patients with arthritis. N Engl J Med ; Preventing recurrent upper gastrointestinal bleending in patients with Helicobacter pylori infection who are taking low-dose aspirin or naproxen.

Cullen D, et al. Primary gastroduodenal prophylaxis with Omeprazolo for Nonsteroidal Antiinflammatory Drug users. Aliment Pharmacol Ther ; Daneshmend TK, et al. Abolition by Omeprazole of Aspirin-induced gastric mucosal injury in man. Gut ; Derry S, et al.

Risk of gastrointestinal hemorrhage with long term use of aspirin: metaanalysis. BMJ ; Ekstrom P, et al. Prevention of peptic ulcer and dyspeptic symptoms with Omeprazolo in patients receiving Nonsteroidal Anti-inflammatory Drug continuous therapy. A nordic multicentre study. Scand J Gastroenterol ; Feldman M. Peptic ulcer disease. Graham DY, et al. Ulcer prevention in long-term users of Nonsteroidal Antinflammatory Drugs.

Arch Intern Med ; - Graham DY. Critical effect of Helicobacter pylori infection on the effectiveness of omeprazole for prevention of gastric or duodenal ulcers among chronic NSAID users.

Helicobacter ; 7: N Engl. Hawkey CJ, et al. Omeprazole Cura la prostatite with Misoprostol for ulcers associated either Nonsteroidal Anti-inflammatory Drugs.

Jia-Qing, et al. Role of Helicobacter pylori infection and non-steroidal anti-inflammatory drugs in peptic ulcer disease : a meta-analysis. Resezione endoscopica della prostata o turpin ; Kelly YP, et al. Risk of aspirin - associated major upper gastrointestinal bleending with enteric-coated or buffered products.

Koch M, et al. Prevention of Nonsteroidal Anti-inflammatory drugs-induced gastrointestinal mucosal injury. A meta-analysis of randomised controlled clinical trial. Arch Intern Med ; Lanza FL. Am J Gastroenterol ; Silverstein, et al. Misorpostol reduces serious gastrointestinal complications in patients with rheumatoid resezione endoscopica della prostata o turpin receiving Nonsteroidal Anti-inflammatory gruds.

Ann Intern Med ; Wolfe MM, et al. Gastrointestinal toxicity of Non-steroidal Anti-inflammatoru Drugs. Yeomans ND, et al. A comparison of Omeprazole with Ranitidine for ulcers associated with Nonsteroidal Anti-inflammatory Drugs. Data aggiornamento novembre Prossimo aggiornamento previsto giugno Prontuario terapeutico della Provincia di Bologna — aggiornato a giugno No t e A I F A 2 0 0 6 - 2 0 0 7 p e r l ' u s o a p p ro p r i a t o d e i f a rm a c resezione endoscopica della prostata o turpin Nota 2 Acidi biliari: — chenourso-desossicolico — taurourso-desossicolico — urso-desossicolico La prescrizione a carico del SSN è limitata ai pazienti affetti da: — cirrosi biliare primitiva — colangite sclerosante primitiva — colestasi associata alla fibrosi cistica o intraepatica familiare — calcolosi colesterinica Background La presente nota nasce per il fatto che alcuni prodotti a base di acidi biliari riportano "indicazioni minori" quali le "dispepsie biliari".

Tali indicazioni, per il carattere indefinito del disturbo, per la sua limitata rilevanza clinica se isolatamente considerato, oltre che per l'assenza di studi adeguati a Prostatite di tali indicazioni, Prostatite cronica possono essere poste a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Pertanto, sono rimborsate solo le prescrizioni riferite alle situazioni cliniche indicate nella presente nota. Evidenze disponibili Le prime tre indicazioni si riferiscono a epatopatie croniche nelle quali modificazioni quali quantitative della funzione biligenetica hanno un ruolo patogenetico molto importante, determinando alterazioni anatomiche e funzionali del fegato epatopatie colestatiche.

L'impiego degli acidi urso- e taurourso desossicolico nelle epatopatie croniche colestatiche è limitato a quelle per le quali si trovano in letteratura evidenze di efficacia terapeutica in termini di miglioramenti anatomici, clinici e di sopravvivenza significativi o, nel caso di malattie prive di altre terapie utili, anche marginali. Tali evidenze, non univoche ma nettamente prevalenti per la cirrosi biliare primitiva l'acido ursodesossicolico è stato recentemente approvato per la terapia di questa malattia dalla Food and Drug Administrationsono meno chiare ma non inesistenti per resezione endoscopica della prostata o turpin altre epatopatie colestatiche in nota.

Le sperimentazioni controllate e randomizzate hanno invece dimostrato che l'acido ursodesossicolico non è efficace nelle epatiti croniche virali, nelle quali non favorisce l'eliminazione dell'RNA del virus C e non migliora le lesioni istologiche. Particolari avvertenze La calcolosi colesterinica potenzialmente trattabile Prostatite cronica acidi biliari è caratterizzata da calcoli singoli o multipli diametro uguale o inferiore a 1 cmradiotrasparenti, con colecisti funzionante, pazienti non obesi con sintomatologia modesta coliche non molto frequenti o severe.

Altra indicazione è la presenza in colecisti di frammenti di calcoli post-litotripsia. Nella colelitiasi, la terapia con sali biliari ottiene la dissoluzione dei calcoli solo in una parte dei pazienti, variabile in relazione a fattori diversi dimensioni dei calcoli, funzionalità della colecisti, ecc.

Bisogna anche considera- Commissione provinciale del Farmaco Bologna N ot e A I F A 2 0 0 6 - 2 0 0 7 p e r l ' u s o a p p ro p r i a t o d e i f a rm a c i re che l'alternativa chirurgica, laparoscopica o con minilaparotomia, è risolutiva e a basso rischio. La prescrizione di acidi biliari non è resezione endoscopica della prostata o turpin dal SSN per il trattamento della semplice dispepsia. Il trattamento con acidi biliari non è rimborsato nei pazienti con epatite cronica virale ed in quelli con resezione endoscopica della prostata o turpin ravvicinate o gravi per i quali è indicata la colecistectomia.

Angelico M, et al. Recombinant interferon-alpha and ursodeoxycholic acid versus interferon alpha alone in the treatment of chronic hepatitis C: a randomized clinical trial with long-term follow up. Am J Gastroenterol ; Bellentani S, et al. Ursodiol in the long-term treatment of chronic hepatitis: a double-blind multicenter trial. J Hepatol ; Beuers U, et al. Anche in tale condizione si possono avere altre malformazioni congenite associate o meno.

Malrotazioni isolate possono essere il risultato di anomale rotazioni del rene lungo il suo asse verticale, con pelvi renali che possono essere anteriorizzate o posizionate in senso antero-mediale [4, 5].

B Fig. Le pseudomasse possono essere congenite o acquisite. La resezione endoscopica della prostata o turpin delle lobature fetali si presenta come fini incisure lungo la superficie corticale, conseguenti a mancata fusione della corticale centrolobulare tra i renuncoli fetali.

Prostatite le condizioni descritte possono creare, specie durante un esame ecografico Fig. Inoltre, nella fase resezione endoscopica della prostata o turpin si apprezza la regolare differenziazione 17 della pseudomassa. A B Fig. Si parla di duplicazione incompleta se i due ureteri si fondono prima di sboccare in vescica uretere bifido Fig. I quadri clinicoradiologici sono essenzialmente due: incontinenza e ostruzione, con o senza reflusso, cui si associa la comparsa di infezioni e la compromissione della funzionalità renale [3].

Ovviamente, la tecnica diagnostica impiegata deve necessariamente fornire informazioni su tutto il resto della via escretrice e del parenchima renale. Le malformazioni delle basse vie escretrici sono più frequenti nei soggetti di sesso maschile e sono meno comuni di quelle delle alte vie.

La duplicazione della vescica è una condizione rara e spesso associata ad altre anomalie: diverticoli vescicali, ureteroceli ectopici. Nei casi di vescica settata i setti possono essere completi o incompleti con definizione di camere simmetriche o asimmetriche e ogni camera vescicale riceve un uretere.

Nella vescica a clessidra la camera vescicale è ristretta sul piano orizzontale per la presenza di una costrizione fibro-muscolare che dà origine a resezione endoscopica della prostata o turpin camere uguali o ineguali [3, 12].

I diverticoli vescicali congeniti sono di solito unici e localizzati a livello della parete postero-laterale, senza 22 contrarre rapporti con il meato ureterale; possono associarsi ad alcune sindromi, come quella di EhlersDanlos EDS [3]. I primi segni radiologici di pressione retrograda ostruttiva si osservano nei calici. La morfologia cali- G. Se la papilla impotenza stretta, il calice risulta stretto, profondo e conico, mentre se la papilla è larga e grande il calice appare a base larga.

Solitamente un calice resezione endoscopica della prostata o turpin ha una forma a Y. La distinzione tra atrofia papillare da stasi cronica e necrosi papillare è che nel primo caso le alterazioni sono sporadiche e non interessano tutti i calici, mentre nel secondo tutti i calici sono più o meno coinvolti [12]. Il processo di atrofia non si ferma alle papille renali: se la causa ostruttiva permane, si estende al parenchima renale e il risultato finale è resezione endoscopica della prostata o turpin sempre la riduzione dello spessore e delle dimensioni della corticale renale atrofia idronefrotica.

Solitamente è possibile distinguere tra atrofia parenchimale ostruttiva e atrofia infiammatoria, poiché la prima tende a essere uniforme mentre la seconda ha un aspetto più focale. Non è sempre facile distinguere una pielectasia iniziale da un grosso bacinetto renale normale.

Disfunzioni giuntali possono anche essere secondarie a reflusso vescico-ureterale cronico responsabile di stasi e infezioni, che determinano fibrosi del giunto. Bibliografia 1.

Dieta per prostatite cronica d

Vol 3. Vol 2. In tali casi, quando esiste calicectasia o lieve deformazione dei calici, è stata accertata una ridotta capacità di concentrazione reversibile dopo la correzione del reflusso. Se associato a infezione e non resezione endoscopica della prostata o turpin, il reflusso porta progressivamente al coinvolgimento del rene.

Radiology — Mazziotti S, Zimbaro F, Pandolfo A et al Usefulness of contrast-enhanced ultrasonography in the diagnosis of renal pseudotumors.

AJR — 24 Radiol Med 4 — Radiographics — G. Berrocal T, López-Pereira P, Arjonilla A, Gutiérrez J Anomalies of the distal ureter, bladder, and urethra in children: embryologic, radiologic, and pathologic features. Radiographics — La sindrome più frequente in cui queste anomalie si osservano è la prune-belly syndrome, una rara malformazione complessa che colpisce preferenzialmente il sesso maschile [1]. Normalmente le dimensioni sono ridotte, con diametro longitudinale di mm e trasversale di mm.

A seconda delle dimensioni e della modalità di sviluppo della displasia, si riconoscono tre gradi di utricolo prostatico Fig. Orsola-Malpighi, Bologna A. Nel suo contesto possono formarsi dei piccoli calcoli oppure, più raramente, tumori. Valentino et al. Piccoli utricoli si osservano frequentemente in corso di ecografia transrettale.

Si presentano come cisti provviste di una parete relativamente spessa Fig. Nella maggioranza dei casi sono asintomatici e scoperti resezione endoscopica della prostata o turpin in corso di accertamenti eseguiti per la presenza di altre anomalie ipospadismo.

Ecografia transrettale in scansione coronale. La cisti inscritta nel contesto del parenchima, sulla linea mediana, presenta una parete ben definita, che non si osserva nelle cisti mülleriane Fig. Cistouretrografia minzionale in bambino A e RM in scansione assiale B. In corso di minzione si visualizza una formazione, con profili regolari e contenuto omogeneo, di tipo diverticolare, che ha origine dalla regione del veru montanum e si espande cranialmente e posteriormente alla vescica.

Alla RM la formazione presenta segnale iperintenso in T2 e si localizza nel contesto della ghiandola prostatica. Le malformazioni che derivano dalla mancata regressione del dotto di Müller sono in genere conseguenti ad anomalie genetiche dovute a insufficiente stimolazione dei fattori neuro-ormonali che determinano lo sviluppo femminile [5]. Le cisti mülleriane sono cavità localizzate sulla linea mediana nella parte craniale e posteriore della ghiandola prostatica.

Esse si localizzano nello spazio compreso tra vescica, ampolle deferenziali e retto. Generalmente sono uniloculari, piene di un liquido chiaro o brunastro e non contengono materiale di origine spermatica tipico delle cisti delle vescicole seminali. La loro identificazione è frequente in corso di ecografia transrettale, nella quale si presentano come formazioni cistiche di aspetto piriforme lo- 27 calizzate a livello dalla base prostatica.

Alla TC presentano profili netti e regolari e sviluppo extraprostatico. La lesione si presenta nella maggioranza dei casi come una formazione a contenuto liquido con segnale iperintenso in T2 Fig. Si presentano nei giovani, sono parauretrali o sottocervicali e asintomatiche. Quando voluminose, possono essere causa di disturbi ostruttivi sottovescicali [9]. Quando grandi sono ben identificabili anche con la TC o la RM, ma la loro esatta sede di origine è in questi casi mal definibile [10, 11].

A Fig. La cisti si sviluppa alla base della ghiandola prostatica e si espande prevalentemente al di fuori di essa con aspetto piriforme. Ecografia transrettale in scansione trasversale. Nella parte posteriore della ghiandola, nel contesto della zona periferica, si apprezza una formazione anecogena, ovoidale, circondata da resezione endoscopica della prostata o turpin normale in prostata non ingrandita 3. Diverticoli vescicali a sviluppo postero-inferiore: in corso di urografia, cistografia e TC si opacizzano contemporaneamente alla vescica.

I diverticoli utricolari si opacizzano in corso di CUM o dopo minzione. Cisti prostatiche vere: sono cisti da ritenzione, molto frequenti, di dimensioni inferiori a 1 cm, in genere a sviluppo laterale e solo raramente mediano. Ascesso prostatico: oltre alla sintomatologia clinica e ai dati di laboratorio, piccoli ascessi parauretrali possono essere confusi con cisti utricolari, più raramente con quelle mülleriane.

Cisti delle vescicole seminali: si differenziano in quanto non sono mai poste sulla linea mediana, ma appaiono inscritte in una vescicola seminale. Cisti dermoidi o teratomi: lesioni rare, contenenti in genere tessuto adiposo e altri residui embrionari; sono difficilmente differenziabili dalle cisti malformative.

Cisti da echinococco intraprostatiche: possono osservarsi nelle aree endemiche e si possono sospettare quando sono presenti cisti figlie o calcificazioni lamellari periferiche. Adenoma cistico della prostata: è un tumore prostatico benigno o a bassa malignità formato da cisti multiple, settate, a sviluppo intra ed extraprostatico, facilmente differenziabili dalle cisti malformative, che sono in genere uniloculari e in sedi ben definite.

La diagnosi è spesso tardiva, o effettuata casualmente in corso di accertamenti diagnostici eseguiti per altri motivi. In passato il riconoscimento e la caratterizzazione erano difficili, in quanto i segni urografici si rendevano evidenti solo nelle malformazioni più gravi e la deferentovesciculografia DVG veniva eseguita solo in occasione di indagini per infertilità. Questo processo evolutivo è influenzato sia da numerosi fattori genetici sia dal testosterone.

La forma isolata non esiste o è comunque molto rara. TC in scansione assiale condotta a livello delle vescicole seminali deferenti o resezione endoscopica della prostata o turpin congenite tra prostatite e deferente Fig.

Resezione endoscopica della prostata o turpin duplicità vescicolari uni o bilaterali sono molto più rare. Impotenza queste malformazioni sono facilmente diagnosticabili con le moderne metodiche di imaging e non richiedono in genere la DVG.

Sono stati descritti casi di sbocco deferenziale ectopico in strutture tubulari residue del dotto di Müller. Deferentovesciculografia A ed ecografia transrettale in scansione longitudinale B. Si identificano a volte in corso di urografia e possono essere prostatite alla uro-TC e alla uro-RM quando il distretto pielo-ureterale risulta escluso e si documenta la dilatazione della via escretrice.

Il diverticolo della vescicola seminale è raro e di riscontro casuale [17]. La diagnosi di certezza si ottiene solo con la DVG. Lo sbocco resezione endoscopica della prostata o turpin Fig.

Ectopia crociata della vescicola seminale destra che supera la linea mediana e disloca la vescicola sinistra. Ecografia sovrapubica A e pielografia retrograda B. In genere sono uniloculari, raramente multiloculari, possono essere limitate a una parte della vescicola o interessarla completamente.

Le dimensioni sono di solito ridotte, anche se sono stati descritti casi di cisti giganti che occupavano tutta la pelvi. Le cisti contengono materiale fluido viscoso, a volte frammisto a residui emorragici, e materiale spermatico. Le pareti sono generalmente spesse e talvolta presentano calcificazioni.

Le dimensioni sono variabili, ma in genere inferiori a 5 cm, benché siano state descritte cisti con diametro di 15 cm. Nella grande maggioranza dei casi si associano a infertilità con alterazioni dello spermiogramma. A strano impregnazione di contrasto dopo somministrazione di gadolinio [23]. Ecografia sovrapubica A e TC pelvica in scansione trasversale B. Alla TC si localizzano in sede extravescicale e sono provviste resezione endoscopica della prostata o turpin una parete spessa e ben distinta da quella della resezione endoscopica della prostata o turpin, sulla quale esercitano compressione.

Le cisti presentano il tipico segnale in T1 e, soprattutto, in T2 e non dimo- a. Diverticolo ureterale o vescicale diverticolo parameatale di Hutch diagnosticabile per la modalità di riempimento dopo somministrazione di contrasto. Cisti utricolari e mülleriane: si riconoscono per la caratteristica sede mediana o alla base nel contesto della ghiandola, rispetto alle cisti delle vescicole che sono lateroposte.

Ascesso della vescicola: si riconosce sulla base dei sintomi e dei caratteri di impregnazione contrastografica della parete. Cistoadenoma della vescicola seminale: lesione cistica multiloculare.

Resezione endoscopica della prostata o turpin da echinococco: pazienti provenienti da aree endemiche, lesione multiloculare con cisti multiple e calcificazioni marginali. Cisti dermoide e teratoma: lesione che si distingue Cura la prostatite contenuto adiposo, calcificazioni e ossificazioni e residui ectodermici.

Le anomalie possono essere di tre tipi: confluenza dei due dotti eiaculatori in resezione endoscopica della prostata o turpin cisti mediana, cisti unilaterale del dotto eiaculatore o cisti bilaterale del dotto eiaculatore Fig. Si tratta di una malattia genetica che si associa alla fibrosi cistica [29]. Le vescicole seminali sono presenti, ma spesso ipoplasiche Fig. Ecografia transrettale in resezione endoscopica della prostata o turpin longitudinale A e deferentovesciculografia bilaterale B.

Non raramente si associano anomalie di sede, forma e numero dei reni e degli ureteri. La resezione endoscopica della prostata o turpin e la bifidità del deferente sono rare anomalie congenite associate in genere ad agenesia omolaterale del rene e a poliorchia [31]. Le connessioni congenite tra deferente e uretere, definite anche dotto mesonefrico persistente, sono caratterizzate da un tratto comune tra uretere e deferente, che si uniscono in un punto più o meno distante dallo sbocco trigonale.

La vescicola seminale omolaterale è 34 M. Vesciculografia per puntura diretta transperineale sempre agenesica. Si associano generalmente altre anomalie urogenitali più complesse agenesia renale, uretere bifido, ectopia renale, bifidità uretrale ecc. Altre varietà di sbocco deferenziale ectopico sono riportate in letteratura, ma sono rare da osservarsi [33]. Cistouretrografia minzionale in proiezione laterale. Rispetto al didimo normale non presenta i fini echi puntiformi diffusi.

Scansione longitudinale sulla regione inguinale con sonda ad altra frequenza. Il testicolo ritenuto nella parte interna del canale inguinale risulta di dimensioni ridotte, ma soprattutto ipoecogeno e poco vascolarizzato A B Fig. Dopo resezione endoscopica della prostata o turpin di contrasto, la lesione presenta un evidente enhancement che depone per la natura neoformativa della lesione prostatite A M.

RM in scansione coronale A e assiale B. La TC non deve essere impiegata per le elevate dosi di radiazioni somministrate ai pazienti. Le sequenze T2 pesate sono le più diagnostiche, poiché evidenziano il caratteristico tessuto testicolare iperintenso, sebbene il segnale possa essere talvolta meno tipico per la presenza di fenomeni regressivi fibrotici [41]. Nella forma bilaterale sono presenti segni di ermafroditismo, mentre in quella unilaterale monorchia il fenotipo è di tipo maschile [39].

La poliorchia è una rara anomalia nella quale sono presenti più di 2 testicoli, uni o bilaterale Fig. Interessa in genere solo il didimo, resezione endoscopica della prostata o turpin epididimo e deferente unici, ma sono riportate anche forme di duplicazione completa [40].

Presenza di un terzo testicolo piccolo dal lato destro, che si interpone tra i due resezione endoscopica della prostata o turpin. Si riconoscono resezione endoscopica della prostata o turpin forme di fusione spleno-gonadica: la forma continua, in cui esiste una connessione tra milza e gonade testicolare, e una forma discontinua, in cui tale connessione non è presente, ma permangono residui di tessuto splenico nel testicolo.

Il criptorchidismo è molto frequente. La diagnosi è incidentale e viene effettuata nel corso di interventi chirurgici per ernia inguinale o criptorchidismo. Nelle forme in cui esiste una continuità tra didimo e milza, la diagnosi è in genere agevole mediante TC.

Nelle forme isolate la diagnosi di natura è impossibile per prostatite mancanza di elementi semiologici specifici. La scintigrafia permette di evidenziare la presenza di tessuto splenico in sede testicolare. Essi sono i seguenti.

In genere contiene una piccola cavità cistica Fig. Quando vanno incontro a dilatazione formano delle piccole cisti facilmente identificabili.

Condottini aberranti o vas aberrans di Haller. Sono identificabili quando vanno incontro a dilatazione cistica. Ecografia scrotale in scansione longitudinale. Il modesto idrocele consente di evidenziare una piccola appendice peduncolata che si distacca dal didimo. Residuo del dotto di Müller Fig. Tale anomalia rappresenta il residuo cefalico del dotto di Wolff 3. Tale distinzione riveste importanza clinica, in quanto essenziale per una corretta impostazione terapeutica.

Spesso il pene recurvatum si associa a ipospadia con anelasticità dei tessuti fasciali ventrali o del corpo spongioso. Il pene è spesso ridotto di dimensioni per cui si parla di micropene. La diagnosi delle forme meno gravi di pene curvo congenito resezione endoscopica della prostata o turpin in genere fatte tardivamente, dopo alcuni anni dalla comparsa di erezioni fisiologiche.

Skip to main content Skip to Prostatite of contents. Advertisement Hide. Front Matter Pages Basi embriologiche per la comprensione della patologia. L'età media dei pazienti al momento della diagnosi è di 70 anni. Negli Stati Unitinelsi sono stimati L'adenocarcinoma acinare il tumore che si sviluppa dalle strutture acinari, a forma di acino d'uva, della prostata rappresenta l'istotipo più frequente tra le neoplasie prostatiche.

Tuttavia, esistono alcuni altri istotipi che vanno riconosciuti e segnalati, per la differente presentazione clinica e decorso prognostico. Nell'ultimo decennio, il miglioramento delle metodiche resezione endoscopica della prostata o turpin ha permesso una sempre più precoce individuazione delle masse confinate al parenchima, rendendo difficile per l'anatomo-patologo il riconoscimento macroscopico della neoplasia nel pezzo operatorio attraverso la sola ispezione resezione endoscopica della prostata o turpin molto spesso infatti, le piccole neoplasie vengono riconosciute palpatoriamente come masse duro lignee all'interno della ghiandola.

Alla superficie di taglio, la neoplasia si presenta di colore bianco o giallo-aranciato, compatta, con margini spiculati o policiclici e penetranti il parenchima circostante. La naturale evoluzione della neoplasia prevede l'espansione locale nel contesto della ghiandola e la successiva infiltrazione delle vescicole seminalidel collo vescicale e dell' uretra prostaticaevento che comporta manifestazioni ostruttive con disuriapollachiuria e stranguriatalora emospermia [56].

Negli stadi avanzati si ha inoltre infiltrazione del pavimento pelvico e del retto con conseguente tenesmo. Le vie linfatiche più frequentemente coinvolte sono in ordine di frequenza: [57]. La metastatizzazione ematica coinvolge tipicamente le ossain particolare la colonna lombare più raramente toracicadel femoredella pelvi e delle coste. Le ghiandole neoplastiche sono tipicamente più piccole, affollate e rigide delle normali; presentano iperplasia massiva, con perdita delle papille resezione endoscopica della prostata o turpin dello strato basale esterno.

Le normali colorazioni evidenziano un resezione endoscopica della prostata o turpin grande, provvisto di nucleolocontornato da citoplasma chiaro o talora intensamente eosinofilo con caratteristica colorazione rosa-violacea omogenea.

Normali colorazioni con ematossilina-eosina che mostrino ghiandole piccole, affollate di cellule con perdita delle papille possono in questi casi essere solo suggestive di carcinoma prostatico; la diagnosi viene avvalorata qualora si presentino una o più di queste caratteristiche: [55].

Altra importante caratteristica da ricercare nella PIN è la presenza di cellule basali, assenti nel carcinoma, qui solo resezione endoscopica della prostata o turpin. La PIN è un'importante lesione che deve essere seguita nel tempo per la possibile trasformazione maligna. Frustolo bioptico, colorazione cromo-ematossilina-floxina.

In alto a destra si evidenzia un aggregato ghiandolare iperplasico, con ghiandole piccole e stipate. Sono evidenti ghiandole normali in basso. Frustolo bioptico, alto ingrandimento, colorazione cromo-ematossilina-floxina che evidenzia ghiandole normali in basso e a sinistra e ghiandole neoplastiche in resezione endoscopica della prostata o turpin a destra.

Si noti come le ghiandole neoplastiche siano più piccole e stipate e presentino grandi nuclei amorfi. Nella resezione endoscopica della prostata o turpin centrale, il frustolo è attraversato perpendicolarmente da un nervoinfiltrato da un piccolo gruppo ghiandolare neoplastico in basso.

Questo è un tipico esempio di invasione perineurale. Frustolo bioptico, colorazione cromo-ematossilina-floxina, altro esempio di invasione perineurale da parte di gruppi ghiandolari neoplastici. Neoplasia intraepiteliale prostatica di alto grado PINresezione endoscopica della prostata o turpin con ematossilina-eosina, basso ingrandimento. Neoplasia intraepiteliale prostatica di alto grado PINcolorazione con ematossilina-eosina, ingrandimento intermedio.

Neoplasia resezione endoscopica della prostata o turpin prostatica di alto grado PINcolorazione con ematossilina-eosina, alto ingrandimento. Un carcinoma della prostata in fase precoce di solito non dà luogo a sintomi. Spesso viene diagnosticato in resezione endoscopica della prostata o turpin al riscontro di un livello elevato di PSA durante un controllo di routine.

Talvolta, tuttavia, il carcinoma causa dei problemi, spesso simili a quelli che intervengono nella ipertrofia prostatica benigna ; essi includono pollachiurianicturiadifficoltà a iniziare la resezione endoscopica della prostata o turpin e a mantenere un getto costante, ematuriastranguria.

Il sintomo resezione endoscopica della prostata o turpin comune è il dolore osseo, Cura la prostatite localizzato alle vertebrealla pelvi o alle costolee causato da metastasi in queste sedi.

Lo screening oncologico è un metodo per scoprire tumori non diagnosticati. I test di screening possono indurre a ricorrere a esami più specifici, come la biopsia. Le scelte diagnostiche di screening nel caso del tumore della prostata comprendono l' esame rettale e il dosaggio resezione endoscopica della prostata o turpin PSA. È controversa la validità degli esami di screening, poiché non è chiaro se i benefici che ne derivano sopravanzino i rischi degli esami diagnostici successivi e della terapia antitumorale.

Il tumore della prostata è un tumore a crescita lenta, molto comune fra gli uomini anziani. Infatti in maggioranza i tumori della prostata non crescono abbastanza per dare luogo a sintomi, e i pazienti muoiono per cause diverse. Dunque è essenziale che vengano considerati i rischi e i benefici prima di intraprendere uno screening utilizzando resezione endoscopica della prostata o turpin dosaggio del PSA [65]. In genere gli screening iniziano dopo i 50 anni di età, ma possono resezione endoscopica della prostata o turpin proposti prima negli uomini di colore e in quelli con una forte storia familiare di tumori alla prostata.

L' esame rettale digitale è una procedura in cui l'esaminatore inserisce un dito guantato e lubrificato nel retto del paziente, allo scopo di valutare le dimensioni, la forma e la consistenza della prostata: zone irregolari, dure o bozzolute devono essere sottoposte a ulteriori valutazioni, perché potrebbero essere indicative di tumore. In genere dà modo di apprezzare tumori già in stadio Prostatite cronica. Non è mai stato dimostrato che, come unico test di screening, l'esame rettale sia in grado di ridurre il tasso di mortalità.

Il dosaggio del PSA misura il livello ematico di un enzima prostatite dalla prostata. Alcuni uomini con tumore prostatico in atto non hanno livelli elevati di PSA, e la maggioranza di uomini con un elevato PSA non ha un tumore. Oggi è possibile dosare un ulteriore marcatore per il carcinoma prostatico, il PCA3 prostate cancer gene 3 ; l'iperespressione di questo gene valutabile mediante dosaggio del mRNA nelle urine è strettamente associata alla trasformazione maligna delle cellule della prostata.

Il dosaggio è quindi particolarmente utile nei pazienti già sottoposti a impotenza, per predire l'evoluzione del tumore. Quando resezione endoscopica della prostata o turpin sospetta un carcinoma prostatico, o un esame di screening è indicativo di un rischio aumentato, si prospetta una valutazione più invasiva. L'unico esame in grado di confermare pienamente la diagnosi è la biopsiaossia l'asportazione di piccoli frammenti di tessuto per l'esame al microscopio.

Clinica della mungitrice della prostata

Se si sospetta un tumore si ricorre alla biopsia. Con essa si ottengono campioni di tessuto dalla prostata tramite il retto: una pistola da biopsia inserisce e quindi rimuove speciali aghi a punta cava di solito da tre a sei per ogni lato della prostata in meno di un secondo.

I campioni di tessuto vengono quindi esaminati al microscopio impotenza determinare la presenza di tumore, valutarne gli aspetti istomorfologici grading secondo il Gleason score system.

In genere le biopsie prostatiche vengono eseguite ambulatorialmente e di rado richiedono l' ospedalizzazione. Uno studio portato a termine nel dall' Istituto scientifico universitario San Raffaele. Questo esame è consigliato nei pazienti che hanno resezione endoscopica della prostata o turpin subito un trattamento radicale del impotenza e a cui si è rilevato resezione endoscopica della prostata o turpin valore del marcatore PSA tale da far pensare a una ripresa della malattia.

Grazie alla PET è possibile, inoltre, differenziare una diagnosi di cancro alla prostata da una iperplasia benigna, da una prostatite cronica e da un tessuto prostatico sano. Una parte importante della valutazione diagnostica è la stadiazioneossia il Prostatite le strutture e gli organi interessati dal tumore.

Determinare lo stadio aiuta a definire la prognosi e a selezionare le terapie. La distinzione più importante operata da qualsiasi sistema di stadiazione è se il tumore è Trattiamo la prostatite meno confinato alla prostata. Diversi esami sono disponibili per evidenziare una valutazione in questo senso, e includono la TAC per valutare la resezione endoscopica della prostata o turpin nella pelvi, la scintigrafia per le ossa, e la risonanza magnetica per valutare la capsula prostatica e le vescicole seminali.

Dopo una biopsia prostatica, un patologo esamina il campione al microscopio. Se è presente un tumore il patologo ne indica il grado; questo indica quanto il tessuto tumorale differisce dal normale tessuto prostatico, e suggerisce quanto velocemente il tumore stia resezione endoscopica della prostata o turpin. Il grado di Gleason assegna un punteggio da 2 a resezione endoscopica della prostata o turpin, dove 10 indica le anormalità più marcate; il patologo assegna un numero da 1 a 5 alle formazioni maggiormente rappresentate, poi fa lo stesso con le formazioni immediatamente meno comuni; la somma dei due numeri costituisce il punteggio finale.

Il tumore è resezione endoscopica della prostata o turpin ben differenziato se il punteggio è fino 4, mediamente differenziato se 5 o 6, scarsamento differenziato se maggiore di 6. Un'appropriata definizione del grado di malignità del tumore è di importanza fondamentale, in quanto è uno dei fattori utilizzati per guidare le scelte terapeutiche.

La scelta dell'opzione migliore dipende dallo stadio della malattia, dal punteggio secondo la scala Gleason, e dai impotenza di PSA. Altri fattori importanti sono l'età del paziente, il suo stato generale, e il suo pensiero riguardo alla terapia proposta e agli eventuali effetti collaterali. Poiché tutte le terapie possono indurre significativi effetti collateralicome le disfunzione erettile e l'incontinenza urinaria, discutere col paziente circa la possibile terapia spesso aiuta a bilanciare gli obiettivi terapeutici coi rischi di alterazione dello stile di vita.

Se il tumore si è diffuso esternamente alla prostata, le opzioni terapeutiche cambiano. La crioterapiala terapia resezione endoscopica della prostata o turpin e la chemioterapia possono inoltre essere utilizzate se il trattamento iniziale fallisce e il tumore progredisce. L'osservazione, una "sorveglianza attiva", prevede il regolare monitoraggio della malattia in assenza di un trattamento invasivo.

Spesso vi si ricorre quando si riscontra, in pazienti anziani, un tumore in stadio impotenza e a crescita lenta. Si possono intraprendere gli altri trattamenti se si manifestano sintomi, o se appaiono indizi di un'accelerazione nella crescita del tumore.

La maggioranza degli uomini che optano per l'osservazione di tumori in stadi precoci vanno incontro alla possibilità di manifestare segni di progressione del tumore, ed entro tre anni hanno necessità di intraprendere una terapia. I problemi di salute connessi all'avanzare dell'età durante il periodo di resezione endoscopica della prostata o turpin possono anch'essi complicare la chirurgia e la radioterapia.

Trattiamo la prostatite rimozione chirurgica della prostata, o prostatectomiaè un trattamento comune sia per i tumori prostatici in stadi precoci, resezione endoscopica della prostata o turpin per i tumori non rispondenti alla radioterapia.

Il tipo più comune è la prostatectomia retropubica radicalein cui si rimuove la prostata tramite un'incisione addominale. Un altro tipo è la prostatectomia perineale radicalein cui l'incisione è praticata a livello del perineola regione fra lo scroto e l' ano. I nervi deputati all'erezione e alla minzione sono immediatamente adiacenti alla prostata, per cui le complicazioni più importanti sono l' incontinenza urinaria e l' impotenza.

L'impotenza è anch'essa un problema comune: sebbene la sensibilità sul pene e la capacità di raggiungere l' orgasmo rimangano intatte, l'erezione e l'eiaculazione sono spesso compromesse; farmaci come il sildenafil Viagrail tadalafil Cialiso il vardenafil Levitra possono ristabilire un certo grado di potenza. La prostatectomia radicale è stata tradizionalmente usata resezione endoscopica della prostata o turpin unico trattamento per un tumore di piccole dimensioni.

Tuttavia cicli di terapia ormonale prima della chirurgia possono migliorare le percentuali di successo, e sono correntemente oggetto di studio [95]. Da uno studio comparativo condotto nel su un totale di 8. La resezione transuretrale della prostata è una procedura chirurgica messa in atto quando l' uretra è ostruita a causa dell'ingrossamento prostatico; generalmente è riservata alle malattie prostatiche benigne e non è intesa come trattamento definitivo del tumore.

Consiste nell'inserimento nell'uretra di un piccolo endoscopiotramite il quale, con apposito strumento, resezione endoscopica della prostata o turpin taglia via la parte di prostata che occlude il lume. La radioterapia utilizza i raggi X per uccidere le cellule tumorali; i raggi X sono un genere di radiazione ionizzante in grado di danneggiare o distruggere il DNA delle cellule in crescita. Due differenti tipi di radioterapia sono utilizzati nel trattamento del carcinoma prostatico: la radioterapia a fascio esterno e la brachiterapia.

La radioterapia a fascio esterno utilizza un acceleratore lineare per produrre raggi X ad alta energia che vengono raggruppati in un fascio diretto contro la prostata. La radioterapia a fascio esterno viene in genere somministrata per diverse settimane, con visite giornaliere ai centri di radioterapia. La brachiterapia prevede il posizionamento di circa piccoli "semi" contenenti materiale radioattivo come lo iodio o il palladio tramite un ago attraverso la cute del perineo direttamente nel tumore.

Questi semi emettono radiazioni ionizzanti a bassa energia, in grado di percorrere solo una breve distanza; sono permanenti ma non comportano rischi di emissioni all'esterno.

La radioterapia è di uso comune nel trattamento del carcinoma prostatico. Alcuni oncologi associano radioterapia a fascio esterno e la brachiterapia per casi con resezione endoscopica della prostata o turpin da intermedio a elevato. Negli stadi avanzati si resezione endoscopica della prostata o turpin inoltre infiltrazione del pavimento pelvico e del retto con conseguente tenesmo. Le vie linfatiche più frequentemente coinvolte sono in ordine di frequenza: [57].

La metastatizzazione ematica coinvolge tipicamente le ossain particolare la colonna lombare più raramente toracicadel femoredella pelvi e delle coste. Le ghiandole neoplastiche sono tipicamente più piccole, affollate e rigide delle normali; presentano iperplasia massiva, con perdita delle papille e dello strato basale esterno.

Le normali colorazioni evidenziano un nucleo grande, provvisto di nucleolocontornato da impotenza chiaro o talora intensamente eosinofilo con caratteristica colorazione rosa-violacea omogenea.

Normali colorazioni con ematossilina-eosina che mostrino ghiandole piccole, affollate di cellule con perdita delle papille possono in questi casi essere solo suggestive di carcinoma prostatico; la diagnosi viene avvalorata qualora si resezione endoscopica della prostata o turpin una o più di queste impotenza [55].

Altra importante caratteristica da ricercare nella PIN è la presenza di cellule basali, assenti nel carcinoma, qui solo attenuate. La Resezione endoscopica della prostata o turpin è un'importante lesione che deve essere seguita nel tempo per la possibile trasformazione maligna. Frustolo bioptico, colorazione cromo-ematossilina-floxina. In alto a destra si evidenzia un aggregato ghiandolare iperplasico, con ghiandole piccole e stipate.

Sono evidenti ghiandole normali in basso. Frustolo bioptico, alto ingrandimento, colorazione cromo-ematossilina-floxina che evidenzia ghiandole normali in basso e a sinistra e ghiandole neoplastiche in alto a destra.

Si noti come le ghiandole neoplastiche siano più piccole e stipate e presentino grandi nuclei amorfi. Nella porzione centrale, il frustolo è attraversato perpendicolarmente da un nervoinfiltrato da un piccolo gruppo ghiandolare neoplastico in basso.

Questo è un tipico esempio di invasione perineurale. Frustolo bioptico, colorazione cromo-ematossilina-floxina, altro esempio di invasione perineurale da parte di gruppi ghiandolari neoplastici.

Neoplasia intraepiteliale prostatica di alto grado PINcolorazione con ematossilina-eosina, basso ingrandimento. Neoplasia intraepiteliale prostatica di alto grado PINcolorazione con ematossilina-eosina, ingrandimento intermedio.

Neoplasia intraepiteliale prostatica di alto grado PINcolorazione con ematossilina-eosina, alto ingrandimento. Un carcinoma della prostata in fase precoce di solito non dà luogo a sintomi. Spesso viene diagnosticato in seguito al riscontro di un livello elevato di PSA durante un controllo di routine. Talvolta, tuttavia, il carcinoma causa dei problemi, spesso simili a quelli che intervengono nella ipertrofia prostatica benigna ; essi includono pollachiurianicturiadifficoltà a iniziare la minzione e a mantenere un getto costante, ematuriastranguria.

Il sintomo più comune è il dolore osseo, spesso localizzato alle vertebrealla pelvi o alle costolee causato da metastasi in queste sedi. Lo screening oncologico è un metodo per scoprire tumori non diagnosticati. I test di screening possono indurre a ricorrere a esami più specifici, come la biopsia. Le scelte diagnostiche di screening nel caso del tumore della prostata comprendono l' esame rettale e il dosaggio del PSA.

È controversa la validità degli esami di screening, poiché non è chiaro se i benefici che ne derivano sopravanzino i rischi degli esami diagnostici successivi e della terapia antitumorale.

Il tumore della prostata è resezione endoscopica della prostata o turpin tumore a crescita lenta, molto comune fra gli uomini anziani. Infatti resezione endoscopica della prostata o turpin maggioranza i tumori della prostata non crescono abbastanza per dare luogo a sintomi, e i pazienti muoiono per cause diverse.

Dunque è essenziale che vengano considerati i rischi e i benefici prima di intraprendere uno screening utilizzando il dosaggio del PSA [65]. In genere gli screening iniziano dopo i 50 anni di età, ma possono essere proposti prima negli uomini di colore e in quelli con una forte storia familiare di tumori alla prostata.

L' esame rettale digitale è una procedura in cui l'esaminatore inserisce un dito guantato e lubrificato nel retto del paziente, allo scopo di valutare le dimensioni, la forma e la consistenza della prostata: zone irregolari, dure o resezione endoscopica della prostata o turpin devono essere sottoposte a ulteriori valutazioni, perché potrebbero essere indicative di tumore. In genere dà modo di apprezzare tumori già in stadio avanzato.

Resezione endoscopica della prostata o turpin è mai stato dimostrato che, come unico test di screening, l'esame rettale sia in grado di ridurre il tasso di mortalità. Il dosaggio del PSA misura il livello ematico di un enzima prodotto dalla prostata. Alcuni uomini resezione endoscopica della prostata o turpin tumore prostatico in atto non hanno livelli elevati di PSA, e la maggioranza di uomini con un elevato PSA non ha un tumore.

Oggi è possibile dosare un ulteriore marcatore per il carcinoma prostatico, il PCA3 prostate cancer gene 3 ; l'iperespressione di questo gene valutabile mediante dosaggio del mRNA nelle urine è strettamente associata alla trasformazione maligna delle cellule della prostata.

Il dosaggio è quindi particolarmente utile nei pazienti già sottoposti a biopsia, per predire l'evoluzione del tumore. Quando resezione endoscopica della prostata o turpin sospetta un carcinoma prostatico, o un esame di screening è indicativo di un rischio aumentato, si prospetta una valutazione più invasiva. L'unico esame in grado di confermare pienamente la diagnosi è la biopsiaossia l'asportazione di piccoli frammenti di tessuto per l'esame al microscopio.

Se si sospetta un tumore si ricorre alla biopsia. Con essa si ottengono campioni di tessuto dalla prostata tramite il retto: una pistola da biopsia inserisce e quindi rimuove speciali aghi a punta cava di solito da tre a sei per ogni lato della prostata in meno di un secondo. I campioni di tessuto vengono quindi esaminati al microscopio per determinare la presenza di tumore, valutarne gli aspetti istomorfologici grading secondo il Gleason score system.

In genere le biopsie prostatiche vengono eseguite ambulatorialmente e di rado richiedono l' ospedalizzazione. Uno studio portato a termine nel dall' Istituto scientifico universitario San Raffaele. Questo esame è consigliato nei pazienti che hanno già subito un trattamento radicale del tumore e a cui si è rilevato un valore del marcatore PSA tale da far pensare a una ripresa della malattia.

Grazie alla PET è possibile, inoltre, differenziare una diagnosi di cancro alla prostata da una iperplasia benigna, da una prostatite cronica e da un tessuto prostatico sano. Una parte importante della valutazione diagnostica è la stadiazioneossia il determinare resezione endoscopica della prostata o turpin strutture e gli organi interessati dal tumore.

Determinare lo stadio aiuta a definire la prognosi e a selezionare le terapie. La distinzione più importante operata da qualsiasi sistema di stadiazione è se il tumore è o meno confinato alla prostata. Diversi esami sono disponibili resezione endoscopica della prostata o turpin evidenziare una valutazione in questo senso, e includono la TAC per resezione endoscopica della prostata o turpin la diffusione nella pelvi, la scintigrafia per Prostatite cronica ossa, e la risonanza magnetica per valutare la capsula prostatica e le vescicole seminali.

Dolore pelvico pre ciclo 2016

Dopo una biopsia prostatica, un patologo esamina il campione al microscopio. Resezione endoscopica della prostata o turpin è presente un tumore il patologo ne indica il grado; questo indica quanto il tessuto tumorale differisce dal normale tessuto prostatico, e suggerisce quanto velocemente il tumore stia crescendo.

Il grado di Gleason assegna un punteggio da 2 a 10, dove 10 indica le anormalità più marcate; il patologo assegna un numero da 1 a 5 alle formazioni maggiormente rappresentate, poi fa lo stesso con le formazioni immediatamente meno comuni; la somma dei due numeri costituisce il punteggio finale.

Il tumore è definito ben differenziato se il punteggio è fino 4, mediamente differenziato se 5 o 6, scarsamento differenziato se maggiore di 6. Un'appropriata definizione del grado di malignità del tumore è di importanza fondamentale, in quanto è uno dei fattori utilizzati per guidare le scelte terapeutiche. La scelta dell'opzione migliore dipende dallo stadio della malattia, dal punteggio secondo la scala Gleason, e dai livelli di PSA.

Altri fattori importanti sono l'età del paziente, il suo stato generale, e il suo pensiero riguardo alla terapia proposta e agli eventuali effetti Prostatite. Poiché tutte le terapie possono indurre significativi effetti collateralicome le disfunzione erettile e l'incontinenza urinaria, discutere col paziente circa la possibile terapia spesso aiuta a bilanciare gli obiettivi terapeutici coi rischi di alterazione dello stile di vita.

Se il tumore si è diffuso esternamente alla prostata, le opzioni terapeutiche cambiano. La crioterapiala terapia ormonale e la chemioterapia possono inoltre essere utilizzate se il trattamento iniziale fallisce e il tumore progredisce. L'osservazione, una "sorveglianza attiva", prevede il regolare monitoraggio della malattia in assenza di un trattamento invasivo. Spesso vi si ricorre quando si riscontra, in pazienti resezione endoscopica della prostata o turpin, un tumore in stadio precoce e a crescita lenta.

Si possono intraprendere gli altri trattamenti se si manifestano sintomi, o se appaiono indizi di un'accelerazione nella crescita del tumore. La maggioranza degli uomini che optano per l'osservazione di tumori in stadi precoci vanno impotenza alla possibilità di manifestare segni di progressione del tumore, ed entro tre anni hanno necessità di intraprendere una terapia.

I problemi di salute connessi all'avanzare dell'età durante il periodo di osservazione possono anch'essi complicare la chirurgia e la radioterapia.

La rimozione chirurgica della prostata, o prostatectomiaè un trattamento comune sia per i tumori prostatici in stadi precoci, sia per i tumori non rispondenti alla radioterapia.

Il resezione endoscopica della prostata o turpin più comune è la prostatectomia retropubica radicalein cui si rimuove la prostata tramite un'incisione addominale. Un altro tipo è la prostatectomia perineale radicalein cui l'incisione è praticata a livello del perineola regione fra lo scroto e l' ano.

I nervi deputati all'erezione e alla minzione sono immediatamente adiacenti alla prostata, per cui le complicazioni più importanti sono l' incontinenza urinaria e l' impotenza.

Resezione endoscopica della prostata o turpin è anch'essa un problema comune: sebbene la sensibilità sul pene e la capacità di raggiungere l' orgasmo rimangano intatte, l'erezione e l'eiaculazione sono spesso compromesse; resezione endoscopica della prostata o turpin come il sildenafil Viagrail tadalafil Cialiso il vardenafil Levitra possono ristabilire un certo grado di potenza.

La prostatectomia radicale è stata tradizionalmente usata come unico trattamento per un tumore di piccole dimensioni. Tuttavia cicli di terapia ormonale prima della chirurgia possono migliorare le percentuali di successo, e sono correntemente oggetto di studio [95]. Da uno studio comparativo condotto nel su un totale di 8. La resezione transuretrale della prostata è una procedura Prostatite cronica messa in atto quando l' uretra è ostruita a causa dell'ingrossamento prostatico; generalmente è riservata alle malattie prostatiche benigne e non è intesa come trattamento definitivo del tumore.

Consiste nell'inserimento nell'uretra di un piccolo endoscopio resezione endoscopica della prostata o turpin, tramite il quale, con apposito strumento, si taglia via la parte di prostata che occlude il lume.

La radioterapia utilizza i raggi X per uccidere le cellule tumorali; i raggi X sono un genere di radiazione ionizzante in grado di danneggiare o distruggere il DNA delle cellule in crescita.

Due differenti tipi di radioterapia sono utilizzati nel trattamento del carcinoma prostatico: la radioterapia a fascio esterno e la brachiterapia. La radioterapia a fascio esterno utilizza un acceleratore lineare per produrre resezione endoscopica della prostata o turpin X ad alta energia che vengono raggruppati in un fascio diretto contro la prostata.

La radioterapia a fascio esterno viene in genere somministrata per diverse settimane, con visite giornaliere ai centri di radioterapia. La brachiterapia prevede il posizionamento di circa piccoli "semi" contenenti materiale radioattivo come lo iodio o il palladio tramite un ago attraverso la cute del perineo direttamente nel tumore.

Questi semi emettono radiazioni ionizzanti a bassa energia, in grado di percorrere solo una breve distanza; sono permanenti ma non comportano rischi di emissioni all'esterno. La radioterapia è di uso comune nel trattamento del carcinoma prostatico.

Alcuni oncologi associano radioterapia a fascio esterno e la brachiterapia per casi con rischio da intermedio a elevato. Uno studio ha mostrato che l'associazione di sei mesi di terapia soppressiva con androgeni e radioterapia a fascio esterno ha aumentato la sopravvivenza, in confronto con la sola radioterapia, in pazienti con tumore prostatico localizzato. Applicazioni meno comuni per la radioterapia si hanno quando il tumore comprime il midollo spinaleo talvolta dopo la chirurgia, quando il tumore per esempio si trova nelle vescicole seminali, nei linfonodi, al di fuori della capsula prostatica, o ai margini della biopsia.

La radioterapia viene spesso utilizzata per quei pazienti in cui lo Prostatite cronica di salute aumenta il rischio chirurgico.

Sembra in grado di curare i piccoli tumori confinati alla prostata quasi quanto la chirurgia. Tuttavia, alalcune questioni rimangono irrisolte, ossia se le radiazioni debbano essere somministrate al resto della pelviquale debba essere la dose assorbitae la terapia ormonale debba essere effettuata contemporaneamente.

Gli effetti collaterali della radioterapia possono presentarsi dopo poche settimane dall'inizio del trattamento. I sintomi tendono a migliorare nel corso del tempo. This content was uploaded by our users and we assume good faith they have the permission to share this book.

If you own the copyright to this book and it is wrongfully on our website, we offer a simple DMCA procedure to remove your content from our site. Start by pressing the button below! Imaging dell'apparato Prostatite. Patologia non oncologica Home Imaging dell'apparato urogenitale. Patologia non oncologica. Magrassi e A. La violazione delle norme comporta le sanzioni previste dalla legge.

La patologia infettiva renale, che ha sempre rappresentato un ambito estremamente complesso, analizzata in modo puntuale ed esaustivo, è stata resa fruibile anche a chi non le ha dedicato anni di studio e di impegno, ai radiologi di minore esperienza e agli assistenti in formazione, che potranno pertanto ora confrontarsi con un campo della diagnostica per immagini che rappresenta una vera sfida nel lavoro quotidiano.

Danza 1 Basi embriologiche per la comprensione della patologia. Danza 2 Malformazioni del rene e delle vie urinarie. Cavallaro, Maria A. Cova, Leonardo Giarraputo 14 Imaging delle resezione endoscopica della prostata o turpin del pavimento pelvico. Radiologia della Piastra, Ospedale S. Radiologia Pediatrica, Policlinico S. Danza 1. Entrambi si sviluppano da un primitivo abbozzo comune, formato dalla proliferazione del mesoderma posto lungo la parete posteriore della cavità addominale, con i dotti escretori di entrambi gli apparati che sboccano in una cavità comune, la cloaca.

Il mesoderma intermedio della gastrula si ispessisce a formare due strutture pari e simmetriche: le creste urogenitali, che a loro volta si differenziano in una porzione laterale nefrogenica e in una porzione mediale genitale Fig. Pronefri e metanefri regrediscono durante la vita intrauterina, mentre dai mesonefri originano i reni definitivi. A partire dalla 5a settimana, dalle porzioni mediali delle creste urogenitali iniziano a svilupparsi le gonadi, apparentemente identiche nei due sessi fino alla 7a Intestino posteriore Cellule germinali primordiali Cloaca Mesonefro Sacco A B Fig.

Sezione trasversale della cresta urogenitale, con la componente escretrice laterale e la componente genitale mediale B G. Blandino et al. Cardone et al. Mesoderma intermedio segmentato pronefro Mesoderma intermedio insegmentato mesonefro Dotto vitellino Dotto mesonefritico Allantoide Cloaca Mesoderma insegmentato metanefro Fig. Da questi dotti si formano rispettivamente i genitali interni maschili Fig. Vescica, uretra femminile, ghiandole uretrali femminili e ghiandole del Bartolini, porzione superiore della vagina, uretra maschile a eccezione della fossa navicolare, prostata e ghiandole bulbo-uretrali originano Trattiamo la prostatite seno urogenitale, che si forma al termine della 6a settimana per suddivisione della cloaca da parte del setto urorettale in una porzione anteriore seno urogenitale e in una posteriore canale rettale Fig.

Blastema me etanefrico Fig. Sezione assiale delle creste urogenitali, con evidenza dei cordoni sessuali primitivi stadio indifferente Tunicaa albuginea Tubulo mesonefrico in involuzione Rete testis Dotto di Wolff Cord doni sem miniferi a ferrro di resezione endoscopica della prostata o turpin Tubuli escretori del mesonefro vasi efferenti Dotto di Müller A Tunica albuginea Tubulo mesonefrico in involuzione A B Dotto di Wolff Epitelio superficciale Mesentere urogenitale Cordoni midollari in degenerazione Dotto di Wolff Dotto di Müller Dotto di Müller Cordoni seminiferi Cordoni corticali Impotenza superficiale Fig.

Resezione endoscopica della prostata o turpin schematica di un testicolo di un feto di 4 mesi, con aspetto a ferro di cavallo dei cordoni seminiferi B Oo ogonio Ce ellule folllicolari Vasi efferenti B vengono incorporate dai dotti mesonefrici, che compaiono nelle fasi di sviluppo successive.

I mesonefri compaiono, caudalmente ai pronefri, al termine della 4a settimana. Rappresentazione schematica di un ovaio di un feto di 5 mesi, con evidenza di gruppi di oogoni circondati da cellule follicolari B e dotti mesonefrici resezione endoscopica della prostata o turpin si aprono nella cloaca e funzionano temporaneamente per circa quattro settimane.

Nelle successive fasi dello sviluppo embrionario i mesonefri regrediscono e a loro succedono i precursori dei 6 G. Allantoide Sen no urogenitale prim m. I tubuli metanefrici resezione endoscopica della prostata o turpin allungano e si differenziano in tubuli convoluti prossimali, ansa di Henle e tubuli convoluti distali; le loro resezione endoscopica della prostata o turpin prossimali sono invaginate in prossimità dei glomeruli, mentre quelle distali confluiscono nei tubuli collettori arcuati e questi nei tubuli col- Dotto mesonefrico Abbozzo ureterico Dotto mesonefrico Fallo Setto urorettale Intestino resezione endoscopica della prostata o turpin p Vescica Canale anorettale Membrana urogenitale Perineo B C Uretere Membrana anale lettori retti.

I precursori degli ureteri definitivi si sviluppano dai diverticoli ureterali, resezione endoscopica della prostata o turpin strutture che si differenziano simmetricamente in prossimità dello sbocco nella cloaca dei due dotti mesonefrici Fig. La ricollocazione dei reni definitivi rappresenta un processo di risalita relativa, in gran parte condizionato dal prevalente sviluppo e accrescimento delle porzioni embrionarie situate caudalmente rispetto ai metameri Fig.

Le varianti anatomiche della vascolarizzazione renale rappresentano una conseguenza della mancata involuzione di alcuni di questi vasi, prevalentemente di quelli di tipo Resezione endoscopica della prostata o turpin Mesonefro Allantoide 7 arterioso.

Un ritardo nel riassorbimento di tale membrana provoca un quadro di ostruzione funzionale megauretere primitivo. La porzione caudale del seno urogenitale o fallica si accresce inferiormente verso il tubercolo genitale, proliferazione mesenchimale che si sviluppa dalla 4a settimana cranialmente alla membrana cloacale e dalla quale si differenziano i genitali esterni, apparentemente simili nei due sessi fino alla 7a settimana Fig.

Il trigono vescicale si forma per inglobamento nella parete posteriore vescicale delle porzioni distali dei dotti mesonefrici Fig.

resezione endoscopica della prostata o turpin

Negli embrioni a genotipo femminile, in assenza di ormoni mascolinizzanti e di fattore di inibizione mülleriano, i cordoni sessuali primitivi della gonade indifferenziata sono sostituiti da cordoni sessuali secondari, al cui interno sono inglobate le cellule germinali primordiali e dalla cui frammentazione si formano, a partire dalla 16a settimana, i follicoli primordiali Fig.

I dotti mesonefrici di Wolff vanno incontro a Prostatite e di essi persistono alcune formazioni vestigiali Cresta mesonefrica Fig. La fusione dei resezione endoscopica della prostata o turpin paramesonefrici condiziona la medializzazione di due pliche peritoneali a formare i legamenti larghi e a determinare due compartimenti peritoneali, anteriormente e posteriormente al canale utero-vaginale: la tasca vescico uterina e la tasca retto uterina.

Lateralmente ai legamenti larghi si differenzia il resezione endoscopica della prostata o turpin, costituito impotenza tessuto connettivo lasso e da muscolo liscio.

I genitali esterni si sviluppano oltre che dal tubercolo genitale, che si allunga a formare il fallo primordiale, anche dalle pliche urogenitali e dai rigonfiamenti labioscrotali, ispessimenti pari e simmetrici che compaiono ai lati della membrana cloacale di derivazione ectodermica già dalla 4a settimana. Nel feto di sesso maschile la differenziazione dei genitali esterni viene indotta dal testosterone prodotto dalle gonadi maschili.

I rigonfiamenti labioscrotali si fondono a formare lo scroto. Nel feto di sesso femminile dal fallo primordiale origina il clitoride. Le pliche urogenitali formano le piccole labbra, solo parzialmente fuse posteriormente in corrispondenza del frenulo delle piccole labbra.

Le pliche labioscrotali danno origine alle grandi labbra, fuse posteriormente nella commissura posteriore e anteriormente nella commissura anteriore e nel monte del pube.

Uretra e vagina si aprono in una cavità comune detta vestibolo della vagina. Durante lo stadio indifferenziato dello sviluppo embrionario in corrispondenza del polo inferiore delle gonadi compare un legamento, detto gubernaculum, che con la degenerazione dei mesonefri si estende inferiormente, attraversa obliquamente la parete addominale anteriore e si inserisce resezione endoscopica della prostata o turpin in corrispondenza dei rigonfiamenti labioscrotali.

Nel feto di sesso maschile la discesa dei testicoli dalla parete addominale posteriore agli anelli inguinali profondi è un processo controllato dagli androgeni, e avviene entro la 26a settimana Fig.

Nel feto di sesso femminile le ovaie scendono dalla parete addominale posteriore fino alla pelvi, senza entrare nei canali inguinali. Nelle fasi avanzate della gravidanza si stima che il feto ingerisca circa ml di liquido amniotico e produca resezione endoscopica della prostata o turpin mL di urina al giorno.

Il numero massimo di glomeruli viene raggiunto alla 32a settimana e alla nascita ciascun rene presenta lobature fetali e risulta costituito da un numero di nefroni che varia da fino a 2 Si ritiene che la formazione dei nefroni sia completa nei nati a termine, mentre resezione endoscopica della prostata o turpin maturazione funzionale dei reni, con produzione di maggiori quantità di filtrato glomerulare si abbia solo dopo la nascita, sebbene la prima produzione di filtrato glomerulare avvenga già dalla 9a settimana.

Per quanto riguarda la funzione vescicale, circa un quinto dei resezione endoscopica della prostata o turpin emette urina entro i primi minuti dalla nascita, tuttavia non è eccezionale che la prima minzione avvenga 24 ore dopo la nascita. Bibliografia 5. Saunders, Philadelphia 7. Danza 2. Per quel che riguarda il parenchima renale propriamente detto si hanno: — anomalie di numero; — anomalie di fusione e di migrazione; — Prostatite cistiche.

Radiologia della Piastra Ospedale S. Camillo-Forlanini, Roma A. Inoltre, recentemente, la ricerca genetica ha dimostrato che la frequente familiarità e predilezione per il sesso maschile di alcune di queste malformazioni, sono dovute ad alterazioni a carico di uno o più geni Cura la prostatite al controllo del corretto sviluppo embriogenetico [1].

Il neonato, in oltre la metà dei casi prematuro, presenta la tipica 13 14 facies di Potter volto appiattito, orecchie larghe, ipertelorismo, micrognatia ; la condizione è rapidamente fatale in quanto si associa a ipoplasia polmonare, dovuta Prostatite assenza di produzione urinaria con oligoidramnios [1, 2].

Il rene a ferro di cavallo, la più frequente tra le anomalie di fusione 1 caso ogni nati viviè associato in un un terzo Prostatite cronica casi ad altre malformazioni di gravità variabile, mentre nei restanti casi si presenta iso- G. Regine et al.

Si parla di anomalie di migrazione quando il rene è al di fuori dalla normale loggia di appartenenza; possono essere semplici o crociate.

Nel primo caso il rene ectopico è posizionato omolateralmente alla sede normale dando luogo, a seconda della posizione, a ectopia toracica la resezione endoscopica della prostata o turpin raraectopia addominale, ectopia lombare ed ectopia pelvica. Il rene pelvico Fig. Anche in tale condizione si possono resezione endoscopica della prostata o turpin altre malformazioni congenite associate o meno.

Malrotazioni isolate possono essere il risultato di anomale rotazioni del rene lungo il suo asse verticale, "resezione endoscopica della prostata o turpin" pelvi renali che possono essere anteriorizzate o posizionate in senso antero-mediale [4, 5]. B Fig. Le pseudomasse possono essere congenite o acquisite.

La persistenza delle lobature fetali si presenta come fini incisure lungo la superficie corticale, conseguenti a mancata fusione della corticale centrolobulare tra i renuncoli fetali. Talvolta le condizioni descritte possono creare, specie durante resezione endoscopica della prostata o turpin esame ecografico Fig. Inoltre, nella fase cortico-midollare si apprezza la regolare differenziazione 17 della pseudomassa.

A B Fig. Si parla di duplicazione incompleta se i due ureteri si fondono prima resezione endoscopica della prostata o turpin sboccare in vescica uretere bifido Fig. I quadri clinicoradiologici sono essenzialmente due: incontinenza e ostruzione, con o senza reflusso, cui si associa la comparsa di infezioni e la compromissione della funzionalità renale [3].

Ovviamente, la tecnica diagnostica impiegata deve resezione endoscopica della prostata o turpin fornire informazioni su tutto il resto della via escretrice e del parenchima renale.

Le malformazioni delle basse vie escretrici sono più frequenti nei soggetti di sesso maschile e sono meno comuni di quelle delle alte vie. La duplicazione della vescica è una condizione rara e spesso associata ad resezione endoscopica della prostata o turpin anomalie: diverticoli vescicali, ureteroceli ectopici.

Nei casi di vescica settata i setti possono essere completi o incompleti con definizione di camere simmetriche o asimmetriche e ogni camera vescicale riceve un uretere. Nella vescica a clessidra la camera vescicale è ristretta sul piano orizzontale per la presenza di una costrizione fibro-muscolare che dà origine a due camere uguali o ineguali [3, 12].

I diverticoli vescicali congeniti sono di solito unici e localizzati a livello della parete postero-laterale, senza 22 contrarre rapporti con il meato ureterale; possono associarsi ad alcune sindromi, come quella di EhlersDanlos EDS [3]. I primi segni radiologici di pressione retrograda ostruttiva si osservano nei calici. La morfologia cali- G. Se la papilla è stretta, il calice risulta stretto, profondo e conico, mentre se la papilla è larga e grande il calice appare a resezione endoscopica della prostata o turpin larga.

Solitamente un calice normale ha una forma a Y. La distinzione tra atrofia papillare da stasi cronica e necrosi papillare è che nel primo caso le alterazioni sono sporadiche e non interessano tutti i calici, mentre nel secondo tutti i calici sono più o meno coinvolti [12]. Il processo di atrofia non si resezione endoscopica della prostata o turpin alle papille renali: se la causa ostruttiva permane, si estende al parenchima renale e il risultato finale è quasi sempre la riduzione dello spessore e delle dimensioni della corticale renale atrofia idronefrotica.

Solitamente è possibile distinguere tra atrofia parenchimale ostruttiva e atrofia infiammatoria, poiché la prima tende a essere uniforme mentre la seconda ha un aspetto più focale.

Non è sempre facile distinguere una pielectasia iniziale da un grosso bacinetto renale normale. Disfunzioni giuntali possono anche essere secondarie a reflusso vescico-ureterale cronico responsabile di stasi e infezioni, che determinano fibrosi del giunto. Bibliografia 1. Vol 3. Vol 2.